THE IMITATION GAME

Un altro film tratto da una biografia, questa volta quella di Alan Turing, matematico e crittografo inglese che fu il creatore del primo computer. La sua “macchina di Turing”, come fu ribattezzata, era destinata alla decrittazione del Codice Enigma usato dai nazisti durante l’ultima guerra mondiale.
Reduce dalla visione del film di Clint Eastwood sulla vita di un cecchino statunitense che operò nella guerra in Iraq, ho avvertito subito il salto di qualità nella sceneggiatura. Non a caso The Imitation Game, che è stato inserito nel 2011 nella Black List delle migliori sceneggiature non prodotte ad Hollywood, è stato poi comprato dalla The Weinstein Company e poi realizzato. Un’opera meritoria perché ne è uscito un film intenso, con molti temi profondi legati alle menti ed ai comportamenti umani.
Il primo tema che affronta la sceneggiatura è quello della “differenza”. Turing è una persona geniale e diversa perché usa la mente battendo percorsi di intuizioni, di insight, diversi da quelli degli altri. I suoi approcci ai problemi sono lucidi e folli al tempo stesso. Abbastanza per essere etichettato come “stano”. Non basta. Turing è omosessuale ma – prodigi della narrazione – questa condizione diventa secondaria rispetto alla fama di “diverso” che Turing conquista e alimenta, incurante delle conseguenze.
Altro tema affrontato è quello della responsabilità di fronte alla possibile morte delle persone come effetto delle proprie azioni. La contrapposizione tra il senso di responsabilità, la razionalità, e l’impulso emozionale diventa il terreno su cui il matematico rigoroso e avulso alla realtà si umanizza.
Infine, ben lavorato anche il concetto di riconoscimento del genio da parte di chi ha l’intelligenza per apprezzarlo. In fondo, è lo stesso tema che permeava il film Amadeus di Milos Foreman su Mozart. Il “riconoscimento” del valore di una persona non comporta la svalutazione di chi ci lavora assieme, ma ne aumenta le possibilità di successo. L’opposto dell’invidia, insomma.

TheImitationGame - frame2

TheImitationGame - frame1

TheImitationGame - libro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...