SPOT DEL TERRORE BENIGNO

Nello spot che vi propongo abbiamo un esempio classico di un filone narrativo della pubblicità sociale, ovvero quello della “paura a fin di bene”. Una delle missioni della pubblicità sociale è la modifica della percezione della realtà (prima) e dei comportamenti (si spera). A cominciare dal famosissimo spot della Pubblicità Progresso contro il fumo del 1975 (claim “il fumo avvelena anche te, digli di smettere”) i pubblicitari hanno provato a cimentarsi nella sostituzione dell’induzione: dall’induzione del comportamento di acquisto a quella del comportamento sociale.
Una delle strategie più usate, soprattutto per droga, incidenti stradali e salute, sono gli spot paurosi. Il persuasore punta sull’evocazione di una paura per ammonire e indurre al comportamento corretto. Una dissuasione alla deviazione, una disapprovazione pubblica del comportamento-bersaglio. Ma quanto sono efficaci questi spot?
Dipende, naturalmente. A questo tipo di spot è possibile reagire essend realmente impauriti, resi consapevoli dell’effettiva dannosità di una condotta. Ma è vero anche un altro tipo di fenomeno, ben conosciuto in psicologia, chiamato “negazione”. Lo spettatore può rispondere più o meno consapevolmente che “io non sono scemo, mica ci casco con quegli errori”, oppure “si, loro sono proprio dei fessi”, od anche “ma cosa vuoi che sia, io riesco a tenere a bada questa cosa”. Inoltre, se la campagna è pressante – ed in compresenza di altre comunicazioni terrifiche, come può esserlo un telegiornale – il pubblico può ricorrere all’innalzamento della soglia di sensibilità, per cui diventa progressivamente meno sensibile a quel tipo di persuasione.
Per questa ragione, campagne che puntano sul terrore benigno dello spot, come quello svedese nel link sul cancro, possono ottenere anche risultati opposti.

spot fumo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...