IL PRODOTTO AUDIOVISIVO GLOBALE: IL CASO “CASTLE”

L’arte cinematografica, nata verso la fine dell’Ottocento, ha sempre attinto a piene mani dalla letteratura. Scegliere un testo classico e “ridurlo” ad un film ha permesso il diffondersi nelle masse – che non leggevano Tolstoi o Verga – di conoscere le grandi narrazioni e le considerazioni legate ad esse.
Successivamente, spinti dalla “fame di storie” di quella che era diventata ormali l’industria della fabulazione – il cinema, appunto – sono state prese storie dalla cronaca, dai vari generi letterari (polizieschi, thriller, avventura, storia…) per arrivare ai fumetti e – addirittura! – ai videogiochi. Un flusso continuo di storie che ha alimentato il cinema prima, la televisione poi. Una buona fetta di narratori e scrittori, poi, si sono trasformati in sceneggiatori ed hanno profuso idee, schemi comportamentali e sociali, attraverso i film: ma soprattutto attraverso le moltitudini delle audience televisive, con telefilm e serial. L’industria audiovisiva, insomma, ha vissuto per un secolo di libri.
Negli ultimi anni si è riusciti a chiudere il cerchio con il fenomeno “Castle”. Questa serie tv, in cui uno scrittore di romanzi gialli collabora con le indagini della polizia, si ricrea uno pseudobiblion, ovvero un libro che viene citato in un libro vero. Tanto per fare l’esempio più celebre possiamo ricordare il “Manuale delle giovani marmotte” nei fumetti di Disney che viene poi effettivamente realizzato e commercializzato.
La serie di Castle è andata oltre lo pseudobiblion perché sono stati commercializzati una serie di racconti gialli a firma Richard Castle. Proprio lui, il personaggio del serial! Degli scrittori hanno pubblicato le loro storie sotto l’unico pseudonimo di Castle. La televisione ha generato uno “pseudoautore”; la narrazione audiovisiva ha dato vita prima a dei libri e poi ad un autore. Un prodotto audiovisivo globale.

vlcsnap-2014-09-27-17h09m51s88vlcsnap-2014-09-27-17h10m14s111Castle - nathan20fillion-tyg-005128Castle4_libri

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...