LA CAMORRA NON GIOCA CON PHARRELL

Il video è talmente entrato nella nostro spettro espressivo che tutti, ormai, sentono di farne parte. Dopo cinquanta anni di “esposizione” al linguaggio cinematografico e televisivo, la tecnologia ci ha dato gli trumenti per “parlarlo”. E capita, così, che il popolo in trincea che vive a Scampìa, alla periferia di Napoli, comincia a parlarlo ed usarlo. Lo usa ringraziando Pharrell Williams che, con il suo videoclip “Happy”, ha dato a chiunque nel mondo la possibilità di giocare con lui: di giocare a rappresentare la felicità. A Scampìa, quartiere di camorra e di degrato, è andata in scena la vita e il divertimento, il piacere di rappresentare se stessi e la propria bellezza, come un germoglio dall’asfalto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...